Alto Potenziale Cognitivo

Cosa si intende per Alto Potenziale Cognitivo (APC) nel bambino e nell’adolescente? Lo si può misurare ? Quale relazione fra APCElevata SensibilitàDisturbi dell'Apprendimento

E ancora: come possiamo aiutare bambini e ragazzi a confrontarsi serenamente con le proprie emozioni valorizzando le proprie risorse per utilizzarle al meglio?

Secondo l'Associazione mondiale World Council for Gifted and Talented Children  ( https://world-gifted.org) si parla di Alto Potenziale Cognitivo  o Plusdotazione - dimensione a base biologica - quando il tasso di sviluppo intellettivo risulta superiore allo standard per pari età (dai 120 QI). Non solo. Si è in presenza di uno sviluppo asincrono fra Emotivo e Cognitivo: osservazioni pertinenti e alta comprensione in presenza spesso di comportamenti anche molto “infantili” e goffi in determinate attività manuali o sportive. (Pfeiffer & Stocking, 2000; Webb et al., 2005).

La National Association for Gifted Children (http://www.nagc.orgdefinisce i bambini Gifted come “[...] persone che mostrano, o hanno il potenziale per mostrare, un livello eccezionale di performance, se confrontati con i loro pari, in una o più delle seguenti aree: abilità intellettiva generale, specifica attitudine scolastica, pensiero creativo, leadership, arti visive e dello spettacolo”.

“La definizione di Alto Potenziale Cognitivo è strettamente correlata al contesto culturale e al periodo storico nei quali qualità, talenti ed attitudini sono considerati rilevanti. i fattori ambientali che incidono sullo sviluppo del potenziale del bambino sono: ambiente familiare più o meno favorevole all’apprendimento, qualità del clima familiare, requisiti dell’istruzione, clima in classe ed eventi significativi - positivi o negativi - (Tannenbaum, 2000; Sternberg e Davidson, 2003; Keating, 2009; Pfeiffer, 2012; Sternberg et al., 2011).

Diversi sono gli approcci teorici alla Plusdotazione o Giftedness, tra cui la Teoria delle intelligenze multiple di Gardner (1983), il Modello tripolare interdipendente di Monks (1986), la Teoria dei differenti Profili di Giftedness (Betts e Neihart, 1988),
il Modello Differenziato della Plusdotazione e del Talento (Gagné, 1993), il Modello di iper- dotazione WICS (Sternberg, 2003), il Modello Aziotopico (Ziegler, 2004), il Modello di Monaco (Heller, 2005), la Teoria dei Tre Anelli (Renzulli, 2005).

Particolarmente interessante e utile ad identificare le differenze fra gli individui APC per Genitori e Insegnanti è la descrizione dei diversi Profili Gifted al fine di comprendere al meglio i loro bisogni cognitivi, sensibili, emozionali e sociali. Tali Profili si ritiene siano dinamici e modulabili durante lo sviluppo del bambino e dipendenti dal contesto culturale (Neihart, 2009):

  • gli studenti “Di successo” (“The Succesful”): apprezzati dai compagni e inclusi nei gruppi dei pari tendono ad ascoltare attentamente gli adulti significativi (genitori ed insegnanti) mostrando un comportamento adeguato nelle situazioni quotidiane. Apprendono facilmente e ottengono, in generale, buoni risultati senza lavorare intensamente. Sono capaci di ottenere punteggi elevati nelle prove che misurano la performance ma spesso si annoiano a scuola. 
  • gli studenti “Creativi” (“The Challenging”): elevata creatività e anticonformismo rispetto al sistema. Si osservano alle volte atteggiamenti conflittuali e comportamenti sfidanti e sarcastici ( sia nei confronti del gruppo dei pari -per questo non vengono inclusi nelle attività o nei gruppi sociali -  che delle figure significative: genitori, scuola) che riflettono in realtà sofferenza, insicurezza e frustrazione di fronte al mancato riconoscimento delle loro abilità e talenti. Gli individui che appartengono a questo profilo sono a rischio di drop out (abbandono scolastico precoce).

A proposito di quest'ultima categoria di individui ad Alto Potenziale Cognitivo la letteratura sostiene l'evidenza di abilità/talenti  importanti e distintivi  in associazione a disturbi che limitano l’espressione di elevate capacità; a causa di ciò possono venire riconosciuti nella loro carriera accademica molto avanti nel tempo (Baum, 1990) con conseguenti minori probabilità di essere identificati (McCoach, Kehle, Bray, e Siegle, 2001; Ruban & Reis, 2005).  Questo perchè le loro debolezze accademiche possono anche mascherare la loro giftedness e al tempo stesso, le loro capacità cognitive superiori in alcune aree possono mascherare i loro empasse accademici.
(Betts & Neihart, 1988; NJCLD, 2011; Lovett & Sparks, 201; Whitmore, 1980; Udall & Maker, 1983; Whitmore & Maker, 1985). Kalbfleisch (2013)

Questa categoria di studenti Gifted (che presentano anche disturbi di apprendimento) spesso non ricevono diagnosi, a meno che non mostrino comportamenti problematici (impotenza appresa, frustrazione, scarsa motivazione, perfezionismo, bassa autostima, problemi sociali), (Lyon 1989; Luna e Reis, 2004).  Tre sono le categorie emerse (Baum, 1990):

a)  individui non identificati come Gifted la cui discrepanza tra  QI e rendimento scolastico non viene notata: le abilità elevate sono celate a causa del minore rendimento rispetto alla media (i disturbi nascondono le loro abilità e le stesse abilità mimetizzano il loro disturbo. 
b)  individuicon diagnosi di disturbo di apprendimento che sono al tempo stesso anche Gifted (gravi difficoltà di apprendimento e talenti in una o più aree).
c) individui identificati come Gifted che presentano lievi difficoltà di apprendimento (buon rendimento alla primaria, più tardi iniziano a sperimentare insuccessi).

Quali altre caratteristiche relative all'Alto Potenziale Cognitivo?

Il bambino ad APC dimostra una spiccata Sensibilità e intensità emotiva che lo porta a percepire il mondo elaborando in maniera più profonda, rapida e intuitiva le informazioni del contesto, col rischio di essere sommerso dalla complessità di ciò che accade dentro e fuori di lui. Non solo non comprendendo il proprio tumulto emotivo ma anche sviluppando sfiducia e demotivazione nella propria capacità di essere nel mondo.

Si può pensare che le risorse cognitive e corporee di questi bambini siano la chiave di accesso per mettere ordine nella loro vita emotiva, faticosamente vissuta da chi sta loro intorno - genitori ed insegnanti - che spesso si trovano impreparati ad affrontare bisogni emotivi profondi.

I bambini ad APC sono caratterizzati spesso da difficoltà temperamentali e problemi di autoregolazione emotiva aderendo a modelli comportamentali di sfida o disobbedienza e comportamenti particolarmente richiestivi.
Sviluppano spesso interessi non comuni, non sempre condivisi dai coetanei, tendono a isolarsi e a immergersi in un proprio mondo di progetti e storie, esperendo sentimenti di inadeguatezza e incomprensione rispetto ai pari.

Un settore complesso e ricco di sfumature importanti dove un supporto competente e professionale alla famiglia e alla scuola può significativamente ridurre il rischio di traiettorie di sviluppo psicoemotivo disadattivo e di disaffezione scolastica.

I Servizi offerti da Labtalento e dalla Rete di Psicologi Labtalento (http://labtalento.unipv.it/la-nostra-rete-di-professionisti/:

Scuole dell’infanzia, primaria, secondarie di primo e secondo grado:

* attività di informazione, formazione e supporto ai Docenti per fornire conoscenze e strategie utili a riconoscere e gestire gli studenti e il gruppo-classe (modelli di didattica inclusiva e laboratori esperienziali).

Bambini e adolescenti:

* Percorsi laboratoriali in ambito cognitivo-creativo e socio-emotivo con specifiche attività volte allo sviluppo della resilienza e delle competenze socioemotive e relazionali, con ricadute positive a livello del contesto scolastico.

* Percorsi di «consapevolezza di sé» attraverso la Mindfulness

* Percorsi sulle dimensioni della noia e demotivazione verso la scuola- difficoltà nelle relazioni con i pari- perfezionismo/ansia/scarsa autostima.Famiglie:* Accoglienza e ascolto

* Parent Training sul potenziamento delle competenze genitoriali per famiglie con bambini/e e adolescenti ad APC.

Dott.ssa Paola Finelli

Iscritta all’albo dell’Ordine degli Psicologi della regione Emilia Romagna n. 6377 Sez. A

Studio Finelli - Esperienze in Movimento
Via 2 Agosto 1980, 14, Osteria Nuova di Sala Bolognese, Bologna

Unaltrocentro - Studio di Psicoterapia
Via Lame 118 - Bologna

Laboratori di Studi Psicologici Aurora APS
Via Beolco 12/A – Bologna