Curare lo stress

chiama lo psicologo

Sei stressato e vorresti essere curato da uno Psicologo specialista?
La dott.ssa Finelli riceve per sedute specialistiche finalizzate alla gestione dello Stress. La sede operativa sono i suoi studi in Bologna e provincia.

paolafin@gmail.com

Curare lo Stress con un laboratorio psicologico specifico

Il laboratorio per la gestione dello stress è rivolto a tutti coloro che vogliono dedicarsi uno spazio intimo di qualità e necessitano di ridurre lo stato di stress, le tensioni muscolari, la percezione delle preoccupazioni, etc. Si sviluppa così la capacità di accedere alle risorse e alle potenzialità che tutti possediamo ma che non sempre ci riconosciamo e ne abbiamo consapevolezza.

Materiali utilizzati a seconda della tematica proposta: disegni con colori caldi e freddi, musica, creta, immagini.

Tecniche utilizzate: Rilassamento guidato a mediazione corporea (Rilassamento Muscolare Progressivo di Jacobson, Training Autogeno di Schultz, Rilassamento terapeutico a mediazione corporea di Jean Bergès), stretching e movimento armonico, visualizzazioni immaginative guidate.  Tali proposte esperienziali hanno l’obiettivo di aiutare i partecipanti a ritrovare il benessere psicofisico riducendo lo stress e sciogliendo lo stato di tensione muscolare e mentale.

Come funziona il laboratorio per la gestione dello stress

Durante gli incontri, di laboratorio per la gestione dello stress si viene condotti in modo sensibile e consapevole a sperimentare il riequilibrio e l’integrazione dei nostri Sistemi Nervosi Centrale e Autonomo, spiegando cosa avviene dentro di noi quando viviamo le esperienze di vita. Rallentare il ritmo interno e ascoltarne la differenza, in uno spazio dedicato e rispettoso delle differenti sensibilità, permette di appropriarsi di strategie utili per rafforzare la fiducia in Sè e nel proprio corpo.

Il coinvolgimento della percezione corporea è importante perché, come sappiamo, oggi che l’uso del linguaggio verbale è solo uno dei canali comunicativi a disposizione dell’essere umano, non certo quello privilegiato. Noi possiamo essere in grado, oppure non esserlo, di esprimere con le parole ciò che proviamo di fronte ad un altro, ma gran parte di ciò che sentiamo dentro è spesso difficile da esprimere solo restando al livello dei sistemi di parola.

Il laboratorio per la gestione dello stress è un complesso gioco delle parti che permette di integrare Processi Top Down e Processi Bottom-Up in un’Unità di senso compiuto: lavorare su ciò che appare diviso o contraddittorio nella nostra vita mentale ed interiore attraverso il movimento e l’espressione delle sensazioni dei muscoli e delle viscere, fa sbocciare la nostra Natura Autentica più profonda.

maggiori informazioni sulla cura dello stress

Cos’è lo Stress e perché deve essere curato

Lo stress è stato definito da Hans Selye (1956), il padre del costrutto: “La risposta non specifica dell’organismo a ogni richiesta effettuata ad esso e proveniente dall’ambiente”, definizione che lascia intuire come in realtà lo stress è una risposta generica dell’organismo che non ha una connotazione negativa di per sé.

Infatti, esistono due forme di Stress: Eustress o Stress positivo, uno Stress temporaneo e utile che ci stimola ad affrontare e superare gli ostacoli che la vita ci pone davanti, aumenta la capacità di comprensione, concentrazione e decisione, ci allena nella capacità di adattamento al contesto.

L’altra forma di Stress è definito Distress o Stress negativo, che si prova nel momento in cui le richieste dell’ambiente superano la soglia delle risorse a nostra disposizione, uno stress cronico e dannoso la cui permanenza al nostro interno nel tempo produce forme di risposta patologiche e non sempre reversibili.

Per evitare di avvilupparci nel circolo vizioso del Distress, ci sono alcuni campanelli d’allarme che sarebbe importante ascoltare, primo fra tutti il senso di stanchezza mentale e/o fisica cronica che ci pervade fin dal mattino.

In questa prima fase, il sonno notturno è alterato, o se si dorme, si fatica a sentirsi riposati e ciò rende sfibrante e infinita la giornata, facendoci sentire irritabili e sospettosi col prossimo e con scarsa capacità di autocontrollo.

Man mano che il Distress aumenta, si tende a rinchiudersi in se stessi e a isolarsi socialmente e ogni minima difficoltà diventa un problema insormontabile. Siamo già nella seconda fase di Distress in cui ci si sente sempre più confusi e incapaci di attuare scelte o prendere decisioni e la capacità di controllare le proprie emozioni diminuisce in modo preoccupante.

Nella terza fase, l’instabilità emotiva e il logoramento psicologico protratto rischiano di ripercuotersi nell’organismo che tenta di denunciare “a gran voce” il lungo periodo di resistenza allo stress e il conseguente stato di ansietà cronica con segnali quali, ad esempio, il bruxismo e la tensione/rigidità dell’apparato muscoloscheletrico.

E’ proprio in questa quarta fase che spesso mi viene riferito dalla persona a rischio di Distress di avere voluto recuperare la pesante settimana con un tentativo di riposo prolungato nel weekend, ma accade spesso che il rilascio muscolare troppo intenso in tempi così rapidi e compressi provochi in realtà cefalee o emicranie “da weekend”, causate dal veloce ritorno del flusso normale nei vasi sanguigni della testa, dopo giorni di pressione forzata.

Nell’ultima e quinta fase del Distress la resistenza non è più possibile, il corpo non riesce a contenere ulteriormente i danni “invisibili” e si entra nella variante cronica dell’esaurimento.

A livello organico il progressivo indebolimento del sistema immunitario provoca malattie di varia entità: dai raffreddori, alle influenze, dalle ulcere a patologie gastro-intestinali, dall’asma a problemi cardiovascolari, fra cui l’ipertensione.

Il Laboratorio sullo sviluppo delle Risorse Mente-Corpo per la Gestione dell’Ansia e dello Stress promuove uno stato di benessere psico-fisiologico attraverso la proposta di tecniche a mediazione corporea (movimento, contatto, ascolto percettivo) e metodi di rilassamento guidato, che possono essere poi riproposti nella propria quotidianità.

maggiori informazioni sulla cura dello stress

Come curare lo stress