Curare gli attacchi di panico

chiama lo psicologo

Soffri di attacchi di panico? Vorresti che uno Psicologo specialista risolva i tuoi problemi?
La dott.ssa Finelli può mettere la parola fine ai tuoi attacchi di panico, con sedute specialistiche nei suoi studi in Bologna e provincia.

paolafin@gmail.com

Metodi di cura degli attacchi di panico

  • Psicoterapia Biosistemica per un lavoro sulla consapevolezza
  • Tecniche di ristrutturazione cognitiva dei pensieri negativi
  • Scrittura narrativa
  • Esercizi di rilassamento per il benessere psico-corporeo
  • Metodi di respirazione, fra cui il metodo Buteyco
  • Mindfulness
  • Forme di espressione ed elaborazione artistico-creative (creta, disegno, collage) su pensieri, vissuti ed emozioni.

Cos’è un attacco di panico

L’attacco di panico è quel Disturbo caratterizzato da un’intensa angoscia, apprensione e terrore, può comparire all’improvviso e generalmente dura qualche minuto manifestandosi a livello corporeo con:

  • tremori, brividi;
  • lancinante dolore al petto;
  • palpitazione e tachicardia;
  • sensazione di soffocamento e dispnea;
  • sudorazione intensa;
  • sensazione di asfissia;
  • nausea o disturbi addominali;
  • sensazione di sbandamento, de-realizzazione e de-personalizzazione;
  • paura di perdere il controllo ed i impazzire;
  • paura di morire;

La caratteristica principale che differenzia l’attacco di panico dalle altre manifestazioni d’ansia è la convinzione, almeno al momento in cui si verifica l’attacco, della natura “fisica” del sintomo.

Mentre quindi nei disturbi d’ansia sono in risalto gli stati emozionali e sono lasciati sullo sfondo i sintomi fisici, nell’attacco di panico è descritto costantemente l’attacco in termini fisici, in riferimento a disturbi somatici e organi compromessi.

Molto spesso tra un attacco di panico e l’altro viene esperita una forte ansia da anticipazione.

Per quel che riguarda le cause, gli attacchi di panico possono risultare associati a situazioni specifiche (guidare l’auto), le quali fungono da stimolo causale; o ancora, possono verificarsi quando tra l’esposizione allo stimolo e l’attacco esiste sì una relazione sensibile ma meno intensa della precedente (…); altro caso, gli attacchi di panico possono verificarsi durante uno stato di distensione/rilassamento o il sonno, oppure in situazioni in cui paiono essere del tutto apparentemente ingiustificati.

informazioni su come curare gli attacchi di panico